Ti tengo d occhio: evitare l’overtreatment del carcinoma prostatico di basso grado

Chi sono i pazienti candidati per una vigile attesa ?

Significa controllare l’evoluzione della malattia nel corso degli anni, senza intervenire con una terapia immediatamente, ma solo al progredire del tumore. Il carcinoma prostatico è infatti un tumore a lenta crescita e molti uomini di età avanzata non moriranno mai a causa del carcinoma ma a causa di altre malattie come portatori sani del tumore stesso, che non avrà avuto il tempo di manifestarsi clinicamente.

Quanto sono utili gli esami di diagnostica per immagini come la tomografia computerizzata (TC), la risonanza magnetica (RMN) e la scintigrafia ossea nella stadiazione del carcinoma prostatico ?

Uomini di età avanzata con un’aspettativa di vita limitata a causa di malattie concomitanti e uomini con piccoli tumori di basso grado, ovvero di scarsa aggressività biologica sulla base del punteggio di Gleason ottenuto dall’esame istologico della biopsia prostatica.

La prostatectomia radicale rimane l’opzione terapeutica che offre le migliori possibilità di guarigione a lungo termine. Se confrontata con altre modalità terapeutiche come la radioterapia, l’intervento chirurgico presenta il vantaggio di poter ottenere una stadiazione patologica dettagliata tramite l’esame istologico dell’organo asportato. Nel caso l’esame istologico definitivo indichi la presenza di un carcinoma prostatico localizzato (confinato all’interno della capsula prostatica), la sopravvivenza libera da recidive a 10 anni è superiore al 90 percento.

In cosa consiste l’intervento chirurgico per il carcinoma della prostata ?

Se il tumore è localizzato entro la prostata e l’aspettativa di vita è superiore ai 10-15 anni, a prescindere dall’età anagrafica e considerando le eventuali malattie concomitanti, si possono proporre opzioni terapeutiche curative, con tassi di guarigione a cinque anni di oltre il 90 percento. Al contrario, non è logico proporre una terapia curativa ad un signore di 75 anni in scadenti condizioni generali. Arrivato alla sua età, la lenta progressione di questa neoplasia, specie se localizzata, fa sì che questi abbia molte più probabilità di morire con piuttosto che per il carcinoma. Quasi come un portatore sano della malattia.

Qual’ è l’efficacia della prostatectomia radicale in termini di guarigione dalla malattia ?

Come si fa ad essere sicuri che il carcinoma prostatico è allo stadio iniziale ?

7. Gleason score 3+3= 6 su agobiopsia. Numerose piccole ghiandole si infiltrano in mezzo a ghiandole prostatiche benigne, caratterizzate da grandi dimensioni con invaginazioni papillari. Le ghiandole neoplastiche sono più piccole e più infiltranti di quelle viste in tumori con score di Gleason 2-4. Le ghiandole sono composte di unità ghiandolari singole, separate, in contrasto al Gleason pattern 4. Si può disegnare mentalmente un cerchio intorno alla maggior parte delle unità ghiandolari e riconoscerle come unità distinte, in contrasto all’aspetto ghiandolare fuso e mal definito del Gleason pattern 4.

22. Distese di cellule caratteristiche del Gleason pattern 5 (Gleason score 5+5= 10).

20. Gleason score 4+4= 8 su agobiopsia, con lumi ghiandolari visibili a basso ingrandimento. Tuttavia, non c’è nessuna unità ghiandolare individuale distinta e circolare come nel Gleason pattern 3.

15. Gleason pattern 4 (Gleason score 4+4= 8) su agobiopsia. Nel pattern 4, le ghiandole cribriformi sono più irregolare alla periferia, come si vede in questo caso. Anche quando le ghiandole cribriformi non sono ben sviluppate, prive di buchi rotondi ben delineati, ciò è più tipico del Gleason pattern 4. Le ghiandole cribriformi che si vedono qui sono anche troppo grandi per essere quelle di un Gleason pattern 3 cribriforme.

14. Gleason pattern 4 cribriforme (Gleason score 4+4= 8); consiste di una grande massa di ghiandole cribriformi. Quando la dimensione del nodulo di ghiandole cribriformi è più grande di quella di una ghiandola prostatica normale, come si vede in questo caso, il tumore ha un Gleason pattern 4.

16. Poiché noduli grandi di Gleason pattern 4 cribriforme mancano di stroma di sostegno, tendono a frammentarsi. Ogni volta che si vedono grandi frammenti di ghiandole cribriformi su agobiopsia, questo rappresenta un Gleason pattern 4.

Se un tumore ha solo un pattern istologico allora ai patterns primari e secondari è assegnato lo stesso numero. Per esempio, a un tumore con predominante pattern 3 ed una componente minore di pattern 4 sarebbe assegnato un punteggio di 3+4= 7 (score di Gleason = 7).

6. Agobiopsia con Gleason score 3+3= 6. Le ghiandole sono molto più piccole di quelle del carcinoma di basso grado e si infiltrano fra ghiandole prostatiche benigne. Queste caratteristiche lo distinguono da un adenocarcinoma di basso grado (score di Gleason 2-4). Le ghiandole, a medio o basso ingrandimento, consistono di unità singole, separate, circolari, come è tipico del Gleason pattern 3, in contrasto a unità ghiandolari di aspetto fuso del Gleason pattern 4.

Il sistema di classificazione secondo Gleason valuta l’architettura (pattern) del carcinoma della prostata.