Sintomi del tumore alla prostata

La stanchezza cronica è uno dei sintomi principali che ha colpito l’85% dei pazienti. Dolori lancinanti in zone specifiche hanno interessato il 70% dei malati e il 50% in modo generalizzato. La debolezza muscolare ha riguardato il 55% e il 42% lamentava problemi di sonno. Solo il 25% riscontrava difficoltà a svolgere le normali attività giornaliere.

Brian Tornlinson responsabile di CancerCare (ente facente parte dell’IPCC) è giunto alla conclusione che la maggior parte degli uomini non riconosce i sintomi e tendono a non parlarne con il medico e a non prendere provvedimenti di alcun genere.

Nonostante ciò il paziente si rifiuta di parlarne con il medico. Ma per quale motivo non si ricorre alle cure mediche?

Se lo è domandato anche Harris Pools ricercatore del Global Prostate Center Symptorns di Vienna giungendo all’incredibile conclusione che nel 68% dei casi viene semplicemente ignorato! Come è possibile?

Nel 2015 sono stati 7520 le morti collegate al cancro alla prostata (fonte Ministero della salute .). La buona notizia è che la mortalità per questo tumore è in costate diminuzione (– 1,8% per anno) da circa un ventennio. Secondo le stime dell’Istituto sono circa 217.000 gli uomini che hanno un problema legato alla prostata e di questi il 22% hanno sviluppato un tumore.

Escludendo la mortalità per altre cause, la sopravvivenza dei pazienti con cancro prostatico è del 91% nel fatidico arco dei 5 anni. Le stime tendono ad alzare ulteriormente questa percentuale facendo ben sperare ad una definitiva vittoria verso questo tipo di tumore.

A maggior ragione quando l’argomento è una grave malattia come il carcinoma alla prostata allo stato avanzato.

La ricerca ha fatto grandi passi avanti per contrastare il cancro prostatico con metastasi alle ossa. Si chiama Radio-223 dicloruro (Ra-223) che si è rivelato efficace per aumentare notevolmente la sopravvivenza del paziente e funziona anche nel caso in cui i pazienti sono stati già sottoposti ad un primo ciclo.

Il carcinoma alla prostata rappresenta quasi il 20% di tutti i tumori che colpiscono gli uomini over 50.