Prostatite batterica contagiosa

La diagnosi microbiologica di infezioni sostenute da N. gonorrhoeae
Puт venire posta mediante:

Ha pressochй esclusiva importanza la ricerca diretta del microrganismo, mentre non presenta attualmente risvolti di pratico impiego l’indagine sierologica.

Utile l’impiego, in dose singola, di 2 grammi di metronidazolo

Meccanismo dell’azione patogena

La dimostrazione diretta a sua volta puт essere effettuata attraverso l’esame citologico oppure utilizzando metodi diretti su base immunologica come l’immunofluorescenza e il metodo immuno-enzimatico.

Meccanismo dell’azione patogena

Cocchi Gram negativi, aerobi ed anaerobi facoltativi, asporigeni, immobili, riuniti a coppie con le facce adiacenti appiattite (a chicco di caffи).
Non sempre presenti in tutti i ceppi, ma di estrema importanza nel processo patogenetico dell’infezione sono i pili, che rappresentano i primi mediatori del processo di adesione, essendo in grado di interagire, in modo altamente selettivo con i recettori presenti sulle superfici mucose.

PRINCIPALI AGENTI PATOGENI

Batterio Gram negativo, parassita endocellulare obbligato.

– Sviluppo di un ascesso (raro)

La causa della prostatite è in genere infettiva. Si tratta, per esempio, di patogeni che possono raggiungere la prostata e provocare una prostatite. Le vie di contagio possono essere una risalita dei patogeni attraverso l’uretra o un contagio attraverso il sangue che proviene da altri organi infetti.

La prostatite è in senso stretto l’infiammazione della prostata (dei tessuti prostatici) che può essere acuta o cronica. La prostatite può comparire a qualsiasi età e non è quindi una malattia che, come l’iperplasia benigna della prostata, colpisce solo gli uomini anziani. In altre parole, gli uomini più giovani ne possono soffrire

Se un uomo è colpito da cistite, una possibile conseguenza di questa infezione della vescica è spesso al comparsa di una prostatite acuta.

Ingenere, tuttavia, comeper lacistite, il trattamentosi basasull’assunzione diantibiotici. Il problemaèchegli antibioticihannodelladifficoltàdi raggiungerel’internodellaprostata. Ingenere, gli antibiotici sonochinoloni(ciprofloxacina, ofloxacina, norfloxacina).

Circa l’1% degli uomini soffrono o soffriranno di prostatite.

Prostatite cronica:
In caso di prostatite cronica, i sintomi possono essere dolori soprattutto al livello del basso ventre, ma anche ai testicoli. L’uomo può anche soffrire di disturbi urinari, disfunzione erettile e problemi di eiaculazione.
Altri sintomi possono essere presenti, come per la prostatite acuta, ad esempio la febbre.

La prostatite, insieme all’iperplasia benigna della prostata e il cancro alla prostata, è una delle tre malattie principali della prostata. La prostatite è probabilmente la meno conosciuta delle tre perché è anche la meno frequente.

– Si noti che se la prostatite colpisce un uomo anziano che soffre di iperplasia benigna della prostata i sintomi di questa malattia possono essere aggravati e il paziente può soffrire anche di ritenzione urinaria.